Vantaggi del disco frizione con pendolo centrifugo

Tecnica collaudata integrata in modo compatto

Disco frizione LuK con pendolo centrifugo_lato volano_cambio.jpg

Valori di CO2, emissioni di rumore, affidabilità ed efficienza: i requisiti che devono rispettare i propulsori moderni crescono sempre di più. Per soddisfarli, i motori devono essere azionati a regimi sempre più bassi. Una marcia uniforme con regime intorno ai 1000 giri nella marcia più alta deve essere possibile oggi senza rinunciare al comfort.

In questo intervallo di regime si presentano tuttavia ronzii e fenomeni di rimbombo dovuti alla risonanza. Per questo motivo, sono necessari efficaci sistemi di smorzamento delle vibrazioni torsionali. Il volano a doppia massa LuK (DMF) con pendolo centrifugo è stato sviluppato appositamente per rispondere a tali sfide. In veicoli con coppie motore sopra i 250 Nm è al momento l’unica possibilità efficace per evitare tali rumori.

Con l’integrazione di pendoli centrifughi nel disco frizione, è stato possibile compiere ora un altro passo avanti nel campo dell’isolamento dalle vibrazioni torsionali. Il sistema offre al costruttore di veicoli un’alternativa economica laddove i propulsori con volano rigido richiedano una maggior capacità di ammortizzazione. L’ammortizzatore lavora con tutta la sua efficacia al di sotto del volano a doppia massa e al di sopra del disco frizione con ammortizzatore torsionale, e il campo di applicazione include coppie motore fino a 250 Nm. I dischi frizione che utilizzano questa tecnica sono progettati solo per veicoli equipaggiati con essi già in fabbrica.

Consigli per l'installazione

Durante il montaggio del disco frizione, i pendoli centrifughi possono muoversi.
​​​​​​​I rumori che ne derivano sono del tutto normali. Questo non rappresenta un difetto, bensì indica semplicemente che la tecnica funziona in modo regolare.