Gli strappi della frizione a tiro nella fase di innesto

Spesso si tratta di usura dei profili della forcella

Repset

Kit frizione: Luk RepSet 600 0050 00
Applicazioni: Citroën C5, FIAT Ulysse, Lancia Phedra, Peugeot 406, 607 e 807
​​​​​​​Caso:  Spesso quando un meccanico ci chiama riguardo al malfunzionamento di una frizione a tiro, il problema è legato a strappi e vibrazioni. Ovviamente questa descrizione è abbastanza generica e richiede un approfondimento. Si scopre così che gli strappi sono concentrati nella fase di innesto frizione.
​​​​​​​È soprattutto su questa indicazione che bisogna concentrare la nostra attenzione.

La fase di innesto della frizione

Durante la fase di innesto della frizione, il controllo della morbidezza è dato da tre fattori.

  1. Uso della frizione da parte del guidatore.
    ​​​​Spesso quando si sostituisce una frizione di tipo convenzionale il pedale cambia di durezza in maniera improvvisa. Ciò accade perché il disco frizione è nuovo e la molla a diaframma è posizionata in modo differente rispetto a quando il disco frizione era vecchio e usurato. Si tratta quindi di un momento importante per il guidatore che deve imparare nuovamente a individuare il punto di disinnesto del suo veicolo.
  2. Controllo difficoltoso a causa dei profili della forcella ormai usurati.
  3. Controllo difficoltoso a causa dell’albero di controllo della forcella.

Confronto tra forcella e alberino vecchi e nuovi

forcella.jpg

Osservando la vecchia forcella è evidente che i profili a contatto con il cuscinetto reggispinta mostrano un’usura significativa. Analogamente per l’alberino che controlla il movimento di oscillazione della forcella stessa. Mettendo a confronto i pezzi vecchi con quelli nuovi, i punti di logoramento all’origine del problema saltano subito all’occhio 

Usura sul coperchio per sfregamento della molla a diaframma

usura.jpg

L’usura (soprattutto nel profilo delle camme) ha causato una variazione del 
profilo che impedisce il controllo preciso del sistema. Durante la fase di innesto o disinnesto l’alberino era quindi all’origine di vibrazioni incontrollabili della frizione.
​​​​​​​Tutto ciò rischia di danneggiare anche lo spingidisco. Le vibrazioni generate possono infatti spostare la molla a diaframma, che potrebbe toccare la linguetta del coperchio dello spingidisco e quindi rendere ancora più difficoltosa la fase di stacco e riattacco.