Procedura di spurgo del cuscinetto reggispinta LuK 510 0073 10

Il cuscinetto reggispinta CSC

csc1-2.jpg

Il cuscinetto idraulico è formato da un numero ridotto di elementi:

  • il raccordo idraulico, per connettersi alla linea idraulica e allo spurgo;
  • il carter, che costituisce la camera idraulica per il funzionamento del cuscinetto;
  • il cuscinetto reggispinta, cioè un normale cuscinetto assiale;
  • il manicotto di guida, che chiude la camera idraulica;
  • il paraolio, il vero responsabile dello spostamento del cuscinetto reggispinta, che si muove tra il carter e il manicotto;
  • la molla di precarico, che serve per mantenere sempre premuto il cuscinetto reggispinta sulla molla a diaframma e a impedire usure precoci.
​​​​​​​Un elemento cruciale nella manutenzione del cuscinetto reggispinta è rappresentato dall’operazione di spurgo, quando eventuali problemi all’interno del cuscinetto idraulico possono far aumentare la pressione oltre il limite e danneggiare il cuscinetto stesso.

FASE 1 - Spurgo della linea di azionamento

fase1corretto.jpg

Una volta smontato il cambio è necessario svuotare completamente la vaschetta dall’olio contenuto al suo interno. Lo si può scolare in un contenitore dal tubo alta pressione e dal tubo di bassa pressione sul lato del serbatoio.
Queste le operazioni successive:

  • montare il nuovo CSC alla campana e accoppiare il cambio al motore;
  • ​​​​​riempire nuovamente il serbatoio, prestando attenzione al fatto che il serbatoio non si svuoti fino al termine dell’operazione;
  • collegare la pompetta a depressione con il relativo serbatoio al tubo di mandata alta pressione dell’impianto;
  • con lo spurgo aperto di 3/4 di giro e il tubo non connesso al CSC, impostare una pressione di circa - 0,5 bar;
  • lo spurgo termina con la fuoriuscita di olio, senza bolle d’aria, all’interno del contenitore di raccolta.

FASE 2 - Spurgo del CSC tramite il pedale

fase2_corretto.jpg


Attenzione, i due passaggi successivi vanno effettuati a spurgo chiuso: 

  • innestare il tubo al CSC (si sentiranno delle bolle d’aria fluire nel CSC)
  • ​​​​​ripetere la fase di spurgo con la pompetta lasciando il tubo collegato, fino a quando non si vedono più bolle d’aria.
Per effettuare lo spurgo del CSC tramite il pedale sono necessarie due persone. In questa fase è importante che sia sempre presente una quantità di liquido freni all’interno della vaschetta.
Le operazioni da effettuare sono le seguenti:
  • collegare il tubo con contenitore di raccolta allo spurgo;
  • premere lentamente il pedale della frizione e mantenerlo in posizione;
  • aprire la valvola di spurgo fino a quando l’aria o il liquido freni non fuoriesce;
  • chiudere la valvola con decisione.
  • Attenzione, il raccordo con lo spurgo è in materiale plastico. Per evitare di danneggiare l’esagono occorre agire con cautela quando si procede all’apertura e chiusura con la chiave.
​​​​​​​A questo punto occorre:
  • rilasciare lentamente il pedale della frizione fino al punto d’arresto, accompagnandolo lentamente con la mano;
  • attendere 2-3 secondi;
  • ripetere la procedura a pedale più volte (4/5 pressioni sono generalmente sufficienti);
  • quando non fuoriesce più aria, chiudere lo spurgo serrando a una coppia di 5Nm e smontare il contenitore di raccolta;
  • riempire la vaschetta fino al livello massimo;
  • premere il pedale circa 10 volte e verificare la pressione sul pedale stesso;
  • eseguire un giro di prova con il veicolo e verificare la pressione dei pedali frizione e freno.

Leggi il REPXPERT Technical Magazine