Disco frizione: il corretto ingrassaggio con lubrificante del mozzo frizione

LuK

Disco frizione: il corretto ingrassaggio con lubrificante del mozzo frizione

Un passaggio fondamentale

La frizione, servendosi del relativo disco, trasmette la coppia del motore al cambio. Per questo motivo il valore di attrito costituisce una caratteristica fondamentale. Le più piccole quantità di grasso o olio sulle superfici di usura del disco frizione, del volano o del piatto spingidisco hanno ripercussioni negative sulla trasmissione della potenza.

Il valore di attrito può essere compromesso da danni sui paraoli sul cambio o sul motore come anche da un utilizzo errato dei lubrificanti.

Nella zona della frizione vengono attualmente combinati in linea di massima materiali che non richiedono lubrificazione per l‘intera durata utile del componente. Fa eccezione il collegamento tra il mozzo del disco frizione e l‘albero di entrata del cambio. Se occorre sostituire la frizione, nella maggior parte dei casi è necessario applicare un grasso speciale. Naturalmente in base al principio, minore quantità si traduce in maggiore qualità.

La scelta del lubrificante è fondamentalmente basata sulle indicazioni del produttore del veicolo. Se non sono disponibili informazioni, per l‘ingrassaggio del collegamento alberi-mozzi può essere utilizzato un grasso ad alte prestazioni resistente all‘invecchiamento con MoS₂ (ad es. Castrol Olista Longtime 2 o 3) in piccole quantità.

I mozzi con nichelatura chimica (rilevabili dalle superfici che presentano una lucidità color argento) non devono essere ingrassati.

Si consiglia l‘ingrassaggio del collegamento alberi-mozzi nelle seguenti fasi:

• Applicare una quantità di grasso pari ad una goccia sulla dentatura del mozzo del disco frizione e sulla dentatura dell‘albero di entrata del cambio

• Spostare il disco frizione in tre diverse posizioni ad angolo sull‘albero di entrata del cambio muovendolo più volte sull‘intera lunghezza delle dentature

• Rimuovere il grasso in eccesso fuori la dentatura

Consigliamo sempre di consultare il nostro catalogo elettronico dove è possibile identificare il codice di ricambio corretto da utilizzare partendo da una ricerca per applicazione (autovettura).