Frizione autoregolante LuK (SAC)

Forza di azionamento costante per l'intera durata della frizione

11 10 2018

Descrizione del prodotto

Quando il disco della frizione è consumato è necessaria maggiore forza sul pedale per azionare la frizione.

Le frizioni autoregolanti compensano l’usura in modo automatico e costante, garantendo che rimanga inalterata la forza da applicare sul pedale per l’intera durata della frizione.

Esistono due differenti tipi di frizione autoregolante; quella con il controllo del carico (SAC) e quella con il controllo della corsa (TAC). La frizione autoregolante con il controllo del carico (SAC) sfrutta un sensore di forza (molla sensore a diaframma) per compensare l’usura del disco facendo ruotare un anello di regolazione con delle rampe. L’anello di regolazione ruota grazie ad un meccanismo di regolazione che si muove al ridursi dello spessore del disco frizione.

Questo meccanismo di compensazione consente di ridurre la forza di azionamento, mantenendola costante durante la vita utile della frizione e aumenta anche la durata della frizione fino a 1,5 volte mantenendo un livello di comfort eccellente.

Il disco della frizione e lo spingidisco sono studiati per lavorare perfettamente insieme e pertanto devono essere sempre sostituiti entrambi. Schaeffler Automotive Aftermarket offre quindi applicazioni SAC esclusivamente all’interno dei kit LuK RepSet e non come soluzioni singole.

Per installare correttamente la frizione SAC, è indispensabile l'utensile speciale SAC di Schaeffler Automotive Aftermarket.

L’utensile speciale permette di installare facilmente la frizione SAC evitando la creazione di forze di contrasto che provocherebbero la rotazione anticipata dell’anello di regolazione presente sullo spingidisco. In caso di mancato utilizzo dell’utensile, vi è il rischio di danneggiamento dello spingidisco e quindi di guasto della frizione.

Vantaggi

  • Le forze di disinnesto sono ridotte e restano costanti per l’intera durata della frizione, garantendo un elevato comfort di guida
  • Maggiore sfruttamento del disco frizione e pertanto durata più elevata dello stesso
  • Corsa del pedale più corta
  • Sistemi di comando frizione più semplici
  • Diametro della frizione ridotto senza limitare il valore della coppia trasmissibile
  • Qualità di primo impianto.